Frasi di Ambrose Bierce

Le più belle frasi di Ambrose Bierce


Due cose infatti si definiscono incompatibili quando nel mondo c'è spazio per una e non per entrambe, come, per esempio, la poesia di Walt Whitman e la misericordia di Dio verso gli uomini.
Ambrose Bierce

Albero. Pianta di forma allungata di cui la natura ci ha provveduti nella sua generosità, perché potessimo servircene come strumento di pena.
Ambrose Bierce

Aristocrazia. Governo dei migliori. La parola è ormai fuori uso come la forma di governo cui si riferisce. Gli aristocratici si riconoscono dal cappello piumato e dalla camicia pulita; sono anche colpevoli di avere una certa istruzione e forse addirittura un conto in banca.
Ambrose Bierce

Lunedì. Nei paesi cristiani viene così chiamato il giorno che segue la partita di baseball.
Ambrose Bierce

Merito. Le qualità che dimostrano il nostro buon diritto a ottenere ciò che qualcun altro si prende.
Ambrose Bierce

Merito
Riconsiderare. Cercare una giustificazione per una decisione già presa.
Ambrose Bierce

Rimpianto. Ciò che si sedimenta nella coppa della vita.
Ambrose Bierce

Voto. Simbolo e strumento della facoltà che ha ogni libero cittadino di dimostrarsi uno sciocco e di rovinare il proprio paese.
Ambrose Bierce

Aria. Sostanza nutritiva fornita dalla generosità della Provvidenza per ingrassare i poveri.
Ambrose Bierce

Attore. Venditore di emozioni già confezionate, che ci disprezza a causa dei nobili sentimenti di cui quotidianamente si nutre e che noi disprezziamo per la natura malsana della sua dieta.
Ambrose Bierce


Ambrose Bierce
Ambrose Bierce

Ambrose Gwinnett Bierce è stato uno scrittore, giornalista e aforista statunitense, tra i più noti della San Francisco a cavallo tra il 1850 e i primi anni del XX secolo. I dodici volumi dell'opera completa di Bierce, di cui il settimo volume era interamente costituito dal Dizionario del diavolo, vennero pubblicati fra il 1909 e il 1912.
Continua su Wikipedia