Frasi di Ambrose Bierce

Le più belle frasi di Ambrose Bierce


Consiglio. La più piccola moneta corrente.
Ambrose Bierce

Epitaffio. Iscrizione tombale che dimostra chiaramente come le virtù acquisite con la morte abbiano effetto retroattivo.
Ambrose Bierce

Futuro. È il tempo in cui i nostri affari prosperano, i nostri amici sono sinceri e la nostra felicità è assicurata.
Ambrose Bierce

Ipocrita. Dicesi di persona che, professando virtù che non rispetta, si procura il vantaggio di trasformarsi, agli occhi di tutti, in ciò che più disprezza.
Ambrose Bierce

Pianoforte. Utensile da salotto, molto usato per castigare il visitatore impenitente. Lo si mette in funzione premendo sui tasti e deprimendo il morale degli ascoltatori.
Ambrose Bierce

A. Prima lettera di ogni alfabeto che si rispetti.
Ambrose Bierce

Amnistia. La magnanimità dello Stato nei confronti di quei malfattori che sarebbe troppo costoso punire.
Ambrose Bierce

Barometro. Ingegnoso strumento che serve a indicare i mutamenti di tempo già avvenuti.
Ambrose Bierce

Cometa. Ottima scusa per rimanere fuori la notte fino a tardi e per ritornarsene a casa ubriachi al mattino.
Ambrose Bierce

Orfano. Essere vivente cui la morte ha tolto ogni possibilità di esprimere sentimenti di ingratitudine filiale. Tale sventura suscita particolare commiserazione in tutte le persone di buoni sentimenti.
Ambrose Bierce


Ambrose Bierce
Ambrose Bierce

Ambrose Gwinnett Bierce è stato uno scrittore, giornalista e aforista statunitense, tra i più noti della San Francisco a cavallo tra il 1850 e i primi anni del XX secolo. I dodici volumi dell'opera completa di Bierce, di cui il settimo volume era interamente costituito dal Dizionario del diavolo, vennero pubblicati fra il 1909 e il 1912.
Continua su Wikipedia