Frasi di Anatole France

Le più belle frasi di Anatole France


La ragazza disprezzata e perduta, è l'argilla docile al dito del vasaio divino: è la vittima espiatoria e l'altare dell'olocausto.
Anatole France

La sventura è la nostra più grande maestra e la nostra migliore amica. È lei che c'insegna il senso della vita.
Anatole France

La terra […] è come la donna: non vuole si sia con essa né timidi né brutali.
Anatole France

La saggezza dei principi è di corta durata.
Anatole France

L'amore è come la devozione; viene tardi. Non si è né innamorate né devote a vent'anni, a meno che non si abbia una disposizione speciale, una specie di santità innata.
Anatole France

Cosa vana è fare e non fare; cosa indifferente vivere o morire.
Anatole France

Nessuna cosa è in se stessa onesta né turpe, giusta né ingiusta, piacevole né penosa, buona né cattiva. È l'opinione che dà le qualità alle cose, come il sale dà sapore ai cibi.
Anatole France

Il corpo può cedere al desiderio, senza che l'anima vi partecipi.
Anatole France

L'artista deve amare la vita e mostrarci che è bella. Senza di lui non ne saremmo tanto sicuri.
Anatole France

Senza illusioni, l'umanità morirebbe di disperazione o di noia.
Anatole France

Illusione

Anatole France
Anatole France

Anatole France, all'anagrafe Jacques François-Anatole Thibault, è stato uno scrittore francese, Premio Nobel per la letteratura nell'anno 1921.
Continua su Wikipedia