Frasi di David Herbert Lawrence

Le più belle frasi di David Herbert Lawrence


In fondo in fondo credo che tu ti compiaccia di questo senso di colpevolezza. Forse anche Eva se ne compiaceva quando fu cacciata dal Paradiso.
David Herbert Lawrence

Ahimè, quel Natale era solo una festa domestica, una festa di dolciumi e balocchi. Perché gli adulti non cambiavano i loro cuori d'ogni giorno, non si abbandonavano all'estasi? Dov'era l'estasi?
David Herbert Lawrence

A guardar giù, al golfo di Salerno, a sud-est, in un giorno turchino, a veder la scura costa del tutto rocciosa, le chiare rocce montane, torna in mente Ulisse, ed è come ricuperare un perduto sé, mediterraneo, anteriore a noi.
David Herbert Lawrence

Non io, non io, ma il vento che m'investe!
David Herbert Lawrence

Sesso e bellezza sono inseparabili, come vita e coscienza. E l'intelligenza che accompagna sesso e bellezza, e da essi deriva, è intuizione.
David Herbert Lawrence

Ecco quel che dobbiamo provare tutti. Una vera, autentica pienezza di sentimento. Una volta, una volta almeno, durasse pure tre mesi soli.
David Herbert Lawrence

Mai ho provato una nostalgia più profonda di quella che ho provato per la Sicilia leggendo Verga, per la Sicilia, dico; per la splendida Sicilia che penetra profonda nel sangue. Splendida Sicilia, così limpida nella sua bellezza, così vicina alla bellezza fisica dell'antica Grecia! [2]
David Herbert Lawrence

La coscienza è sinonimo di paura della società oppure, nel migliore dei casi, di paura di se stessi.
David Herbert Lawrence

Società, Coscienza
E se c'è un cielo, lui è là, e lui mi dormirà accanto in modo che io possa dormire.
David Herbert Lawrence

Dovremmo danzare per l'estasi di essere vivi e fatti di carne e di essere parte del cosmo vivente incarnato.
David Herbert Lawrence

Danza

David Herbert Lawrence
David Herbert Lawrence

David Herbert Richards Lawrence è stato uno scrittore, poeta, drammaturgo, saggista e pittore inglese, considerato tra le figure piu emblematiche del XX secolo. Insieme a diversi scrittori dell epoca, fu tra i più grandi innovatori della letteratura anglosassone, soprattutto per le tematiche affrontate.
Continua su Wikipedia