Frasi di Esopo

Le più belle frasi di Esopo


Stoltissimi sono quegli uomini che, per la speranza di beni più grandi, si lasciano sfuggire quelli che hanno già tra le mani.
Esopo

Se nel tempo estivo cantavi, d'inverno balla.
Esopo

Il pungolo del dolore è più lancinante quando si debba soccombere per le proprie stesse armi.
Esopo

Prega gli dèi solo quando anche tu fai qualcosa, altrimenti li invocherai invano.
Esopo

Bisogna che anche noi, considerando la mutevolezza della vita, non c'illudiamo di godere vicende sempre favorevoli, riflettendo che dopo una lunga bonaccia è necessario che venga una tempesta.
Esopo

Bisogna, sì, ricompensare generosamente i benefattori, ma anche tenere prudentemente a bada i malvagi.
Esopo

L'assuefazione mitiga anche le cose spaventevoli.
Esopo

Non dobbiamo accogliere con piacere i segni d'amicizia di coloro che antepongono noi, amici di recente data, ai vecchi amici, considerando che, se capiterà anche a noi di essere loro amici da tanto tempo ed essi faranno amicizia con altri, preferiranno costoro.
Esopo

Quelli che tradiscono l'amicizia, anche se riescono a sfuggire alla vendetta delle vittime, per l'impotenza di queste, non possono in ogni caso sfuggire alla punizione del cielo.
Esopo

Nessuno consegue i beni rapidamente, mentre ognuno è colpito dai mali giorno dopo giorno.
Esopo


Esopo
Esopo

Esòpo è stato uno scrittore greco antico, contemporaneo di Creso e Pisistrato, noto per le sue favole. Le sue opere ebbero una grandissima influenza sulla cultura occidentale: le sue favole sono tutt'oggi estremamente popolari e note. Le favole di Esopo hanno principalmente uno scopo didascalico ed educativo. Ciò significa che, nelle narrazioni, assistiamo di continuo a situazioni ispirate a un insegnamento pratico soprattutto con uno sfondo di deterrente morale che si riflette sull'emotività dei personaggi.
Continua su Wikipedia