Frasi di Ezra Pound

Le più belle frasi di Ezra Pound


Non usate alcuna parola superflua, alcun aggettivo che non riveli qualcosa.
Ezra Pound

Parlo della bellezza. Non ci si mette a discutere su un vento d'aprile. Quando lo s'incontra ci si sente rianimati. Ci si sente rianimati quando si incontra in Platone un pensiero che corre veloce, o un bel profilo in una statua.
Ezra Pound

Una piccola quantità di denaro che cambia di mano rapidamente farà il lavoro di una grande quantità che si muove lentamente.
Ezra Pound

I politicanti sono i camerieri dei banchieri.
Ezra Pound

L'arte non chiede mai a nessuno di fare nulla, di pensare nulla, di essere nulla. Esiste come esiste l'albero, si può ammirare, ci si può sedere alla sua ombra, si possono coglierne banane, si può tagliarne legna da ardere, si può fare assolutamente tutto quel che si vuole.
Ezra Pound

Oggi il nome «democrazia» è rimasto alle usurocrazie, o alle daneistocrazie, se preferite una parola accademicamente corretta, ma forse meno comprensibile, che significa: dominio dei prestatori di denaro.
Ezra Pound

Invano ho lottato | per insegnare al cuore a inchinarsi
Ezra Pound

Non riesco a immaginare come un artista serio possa mai considerarsi soddisfatto del proprio lavoro.
Ezra Pound

Arte
La fede è un crampo, una paralisi, un'atrofia della mente in certe posizioni.
Ezra Pound

Religione, Fede
Questo è il mio consiglio ai giovani: avere curiosità.
Ezra Pound

Giovani, Curiosità

Ezra Pound
Ezra Pound

Ezra Weston Loomis Pound è stato un poeta, saggista e traduttore statunitense, che trascorse la maggior parte della sua vita in Italia. Visse per lo più in Europa e fu uno dei protagonisti del modernismo e della poesia di inizio XX secolo. Costituì, assieme a Thomas Stearns Eliot, la forza trainante di molti movimenti modernisti, principalmente dell'imagismo e del vorticismo, correnti che prediligevano un linguaggio d'impatto, un immaginario spoglio e una netta corrispondenza tra la musicalità del verso e lo stato d'animo che esprimeva, in contrasto con la letteratura vittoriana e con i poeti georgiani.
Continua su Wikipedia