Frasi di Fedro

Le più belle frasi di Fedro


La schiavitù, sempre soggetta al potere, poiché non osava dire quello che voleva, trasferì i propri sentimenti in favolette, e inventando storielle scherzose, evitò di essere falsamente incriminata.
Fedro

Si può deridere a ragione chi non vale nulla e pronuncia vane minacce.
Fedro

Non sempre le cose sono come sembrano.
Fedro

Non pretendere quello che non ti è stato dato, perché la speranza delusa non si trasformi in lamentela.
Fedro

Non provvedere a sé e dar consigli agli altri è cosa stolta.
Fedro

Dell'amico è comune il nome, ma rara la fedeltà.
Fedro

Chi perde il prestigio di un tempo, nella sua caduta rovinosa è schernito anche dai vili.
Fedro

La favoletta distingue due tipi di uomini: quelli che si bardano di falsi meriti e quelli il cui valore rivela un motivo fondato di gloria.
Fedro

Gli umili ci rimettono quando i potenti si scontrano.
Fedro

Nel tempo in cui leggi egualitarie facevano prosperare Atene, la libertà sfrenata sconvolse lo stato e l'anarchia sciolse i freni di un tempo.
Fedro


Fedro
Fedro

Gaio Giulio Fedro è stato uno scrittore romano, autore di celebri favole, attivo nel I secolo. Fedro rappresenta una voce isolata della letteratura: riveste un ruolo poetico subalterno in quanto la favola non era considerata (analogamente a oggi) un genere letterario "alto" anche se possedeva un carattere pedagogico e un fine morale.
Continua su Wikipedia