Frasi di Fedro

Le più belle frasi di Fedro


Allo stesso rivo erano giunti il lupo e l'agnello spinti dalla sete; in alto stava il lupo e molto più in basso l'agnello.
Fedro

Chi si è fatto conoscere una volta per un inganno vergognoso, anche se dice la verità, perde il credito.
Fedro

Perde il proprio, e se lo merita, chi cerca di prendere l'altrui.
Fedro

Prometeo ha plasmato la lingua della donna secondo il modello del membro virile. Da qui l'affinità oscena.
Fedro

Noli adfectare quod tibi non est datum, delusa ne spes ad querelam reccidat.
Fedro

La schiavitù, ai padroni soggetta, non osando dire ciò che avrebbe voluto, traspose le sue opinioni in brevi favole, ricorrendo, per schivare le accuse di calunnia, a scherzose invenzioni.
Fedro

O quanta apparenza! Ma il cervello manca.
Fedro

Giove ci impose due bisacce: ci mise dietro quella piena dei nostri difetti e davanti, sul petto, quella con i difetti degli altri. Perciò non possiamo scorgere i nostri difetti e, non appena gli altri sbagliano, siamo pronti a biasimarli.
Fedro

Viene giustamente deriso chi, senza forza, fa vane minacce.
Fedro

È gravoso ogni peso per chi non è abituato.
Fedro


Fedro
Fedro

Gaio Giulio Fedro è stato uno scrittore romano, autore di celebri favole, attivo nel I secolo. Fedro rappresenta una voce isolata della letteratura: riveste un ruolo poetico subalterno in quanto la favola non era considerata (analogamente a oggi) un genere letterario "alto" anche se possedeva un carattere pedagogico e un fine morale.
Continua su Wikipedia