Frasi di Fedro

Le più belle frasi di Fedro


Prometeo ha plasmato la lingua della donna secondo il modello del membro virile. Da qui l'affinità oscena.
Fedro

È gravoso ogni peso per chi non è abituato.
Fedro

La fame dunque aguzza l'ingegno anche agli stolti.
Fedro

Chi non ha possibilità e vuole imitare il potente, finisce male.
Fedro

Quando un vanesio, accecato dal fragile favore popolare, perviene a una eccessiva stima di se stesso, è messo facilmente in ridicolo per la sua stolta vacuità.
Fedro

Delle ricchezze l'uomo di valore non può sopportare nemmeno la vista, e ben a ragione, perché il forziere pieno di tesori impedisce la vera gloria.
Fedro

Viene giustamente deriso chi, senza forza, fa vane minacce.
Fedro

Gli uomini di solito prendono delle cantonate per la loro stolta parzialità, e, perseverando nel loro erroneo giudizio, sono poi costretti a pentirsene dinanzi all'evidenza.
Fedro

Chi è nato disgraziato, non solo trascorre una vita grama, ma anche dopo la morte lo perseguita il suo destino crudele e sventurato.
Fedro

Noli adfectare quod tibi non est datum, delusa ne spes ad querelam reccidat.
Fedro


Fedro
Fedro

Gaio Giulio Fedro è stato uno scrittore romano, autore di celebri favole, attivo nel I secolo. Fedro rappresenta una voce isolata della letteratura: riveste un ruolo poetico subalterno in quanto la favola non era considerata (analogamente a oggi) un genere letterario "alto" anche se possedeva un carattere pedagogico e un fine morale.
Continua su Wikipedia