Frasi di Immanuel Kant

Le più belle frasi di Immanuel Kant


La metafisica ha come finalità della propria indagine solo tree idee: Dio, libertà e immortalità.
Immanuel Kant

La ragione umana, anche senza il pungolo della semplice vanità dell'onniscenza, è perpetuamente sospinta da un proprio bisogno verso quei problemi che non possono in nessun modo esser risolti da un uso empirico della ragione… e così in tutti gli uomini una qualche metafisica è sempre esistita e sempre esisterà, appena che la ragione s'innalzi alla speculazione.
Immanuel Kant

L'uomo vuol vivere comodamente e piacevolmente; ma la natura vuole ch'egli esca dallo stato di pigrizia e di inattiva soddisfazione ed affronti lavoro e fatiche per inventare i mezzi onde ingegnosamente liberarsi anche da queste ultime.
Immanuel Kant

La mancanza di capacita' di giudizio e' ciò che viene chiamato stupidita', e per una tale mancanza non vi e' niente che possa aiutare.
Immanuel Kant

In conclusione, i nostri doveri verso gli animali sono indirettamente doveri verso l'umanità.
Immanuel Kant

Per di più, chi mai abbia visto il dogmatico esibire dieci prove può ben credere ch'egli non ne abbia neanche una.
Immanuel Kant

Gli eserciti permanenti devono col tempo scomparire interamente.
Immanuel Kant

Senza i sensi non sarebbe a noi posto alcun oggetto, e senza l'intelletto nessun oggetto verrebbe pensato. I pensieri senza contenuto sono vuoti, le intuizioni senza concetti sono cieche.
Immanuel Kant

Il suicidio, però, non è abominevole e inammissibile perché Dio lo ha proibito, ma al contrario Dio lo ha proibito perché, degradando al di sotto dell'animalità la dignità intrinseca dell'uomo, è abominevole.
Immanuel Kant

Il bello è il simbolo del bene morale.
Immanuel Kant


Immanuel Kant
Immanuel Kant

Immanuel Kant è stato un filosofo tedesco. Fu il più importante esponente dell'illuminismo tedesco, anticipatore degli elementi fondanti della filosofia idealistica e della modernità. Autore di una vera e propria rivoluzione filosofica ("rivoluzione copernicana"), con lui la filosofia perde l'aspetto dogmatico metafisico tradizionale ed assume i caratteri di una ricerca critica sulle condizioni del conoscere.
Continua su Wikipedia