Frasi di Italo Calvino

Le più belle frasi di Italo Calvino


Ogni città riceve la sua forma dal deserto a cui si oppone.
Italo Calvino

La lettura è solitudine. Si legge da soli anche quando si è in due.
Italo Calvino

La forza dell'eremita si misura non da quanto lontano è andato a stare, ma dalla poca distanza che gli basta per staccarsi dalla città, senza mai perderla di vista.
Italo Calvino

In ogni caso il racconto è un'operazione sulla durata, un incantesimo che agisce sullo scorrere del tempo, contraendolo o dilatandolo.
Italo Calvino

Zig zag tracciato dai cavalli al galoppo e dalle intermittenze del cuore umano.
Italo Calvino

Io credo alla pedagogia repressiva. Mi rendo conto di essere molto antiquato in questo, ma continuo ad essere convinto che resti il miglior metodo d'educazione alla cultura.
Italo Calvino

Amo Chesterton perché voleva essere il Voltaire cattolico e io volevo essere il Chesterton comunista.
Italo Calvino

È classico ciò che persiste come rumore di fondo anche là dove l'attualità più incompatibile fa da padrona.
Italo Calvino

Chiamasi classico un libro che si configura come equivalente dell'universo, al pari degli antichi talismani.
Italo Calvino

È delle città come dei sogni: tutto l'immaginabile può essere sognato ma anche il sogno più inatteso è un rebus che nasconde un desiderio oppure il suo rovescio, una paura. Le città come i sogni sono costruite di desideri e di paure.
Italo Calvino


Italo Calvino
Italo Calvino

Italo Calvino è stato uno scrittore e partigiano italiano. Intellettuale di grande impegno politico, civile e culturale, è stato uno dei narratori italiani più importanti del secondo Novecento. Ha seguito molte delle principali tendenze letterarie a lui coeve, dal Neorealismo al Postmoderno, ma tenendo sempre una certa distanza da esse e svolgendo un percorso di ricerca personale e coerente.
Continua su Wikipedia