Frasi di Luigi Pirandello

Le più belle frasi di Luigi Pirandello


Vivo alla morte, ma morto alla vita.
Luigi Pirandello

Salò: Ma il guaio è che poi, come donna, ama la moda.
Luigi Pirandello

Il conte Mola: L'arte, come eterna, non dovrebbe avere età.
Luigi Pirandello

Ma sì! così era! il simbolo, lo spettro della mia vita era quell'ombra: ero io, là per terra, esposto alla mercé dei piedi altrui. Ecco quello che restava di Mattia Pascal, morto alla Stìa: la sua ombra per le vie d Roma.
Luigi Pirandello

E mentr'io attenderò al molino, il fattore mi ruberà i frutti della campagna; e se mi porrò invece a badare a questa, il mugnajo mi ruberà la molenda. E di qua il mugnajo e di là il fattore faranno l'altalena, e io nel mezzo a godere.
Luigi Pirandello

Come ci sono i figli illegittimi, ci sono anche i pensieri bastardi!
Luigi Pirandello

Ah, ora, ritornando vivo, avrei potuto anch'io prendermi il gusto di dire bugie, tante, tante, tante, anche della forza di quelle del cavalier Tito Lenzi, e più grosse ancora!
Luigi Pirandello

Confidarsi con qualcuno, questo sì, è veramente da pazzo!
Luigi Pirandello

Il male della scienza, guardi, signor Meis, è tutto qui: che vuole occuparsi della vita soltanto.
Luigi Pirandello

Nossignori. Per me, io sono colei che mi si crede!
Luigi Pirandello


Luigi Pirandello
Luigi Pirandello

Luigi Pirandello è stato un drammaturgo, scrittore e poeta italiano, insignito del Premio Nobel per la letteratura nel 1934. Per la sua produzione, le tematiche affrontate e l'innovazione del racconto teatrale è considerato tra i maggiori drammaturghi del XX secolo.
Continua su Wikipedia