Frasi di Marco Porcio Catone

Le più belle frasi di Marco Porcio Catone


Il villano non pensi di saperla più lunga del padrone.
Marco Porcio Catone

Non credere sempre a chi ti dà notizie: bisogna avere poca fiducia in chi parla molto.
Marco Porcio Catone

Fuggi le chiacchiere, per non essere reputato un loro fomentatore: a nessuno nuoce aver taciuto, nuoce aver parlato.
Marco Porcio Catone

Per il resto ritengo che Cartagine dev'essere distrutta.
Marco Porcio Catone

È il cavolo quello che supera ogni altro vegetale; si può mangiare sia cotto, sia crudo.
Marco Porcio Catone

È meglio avere degli acerrimi nemici piuttosto che quegli amici che si fingono dolci: i primi spesso dicono il vero, i secondi mai.
Marco Porcio Catone

Non vergognarti di volere che ti sia insegnato ciò che non sai. Saper qualcosa è fonte di lode, mentre è una colpa non voler imparare nulla.
Marco Porcio Catone

Se padroneggi l'argomento, le parole seguiranno.
Marco Porcio Catone

Cultura, Conoscenza
I ladri di beni privati passano la vita in carcere e in catene, quelli di beni pubblici nelle ricchezze e negli onori.
Marco Porcio Catone

Politica
Pianta alberi, che gioveranno in un altro tempo.
Marco Porcio Catone

Futuro, Politica

Marco Porcio Catone
Marco Porcio Catone

Marco Porcio Catone è stato un politico, generale e scrittore romano, chiamato anche Catone il Censore, Catone il Sapiente, Catone l'Antico o Catone il Vecchio per distinguerlo dal pronipote Catone l'Uticense e aver superato di molto l'età media massima di vita allora a Roma o Catone il Maggiore per distinguerlo dal pronipote Catone l'Uticense.
Continua su Wikipedia