Frasi di Publio Ovidio Nasone

Le più belle frasi di Publio Ovidio Nasone


Bene visse chi seppe vivere nell'oscurità.
Publio Ovidio Nasone

Noi pure fiorimmo un giorno, ma quel fiore presto appassì, e la nostra fu fiamma di stoppa, fuoco passeggero.
Publio Ovidio Nasone

La coscienza retta si ride delle bugie della fama
Publio Ovidio Nasone

Come il biondo oro si mette alla prova del fuoco, così la fedeltà va esaminata nei momenti difficili.[9]
Publio Ovidio Nasone

Ogni amante è un guerriero, e Cupìdo ha il suo accampamento.
Publio Ovidio Nasone

Una causa non buona diventa peggiore quando si vuole difenderla.
Publio Ovidio Nasone

Sarai triste se sarai solo.
Publio Ovidio Nasone

Causa patrocinio non bona peior est.
Publio Ovidio Nasone

Non vede né le fronde nei boschi né l'acqua in un fiume in piena.
Publio Ovidio Nasone

Credimi, il soccorrere gl'infelici è cosa degna dei re.
Publio Ovidio Nasone


Publio Ovidio Nasone
Publio Ovidio Nasone

Publio Ovidio Nasone, più semplicemente Ovidio, è stato un poeta romano tra i maggiori elegiaci tra i principali esponenti della letteratura latina e della poesia elegiaca. Fu autore di molte opere, il cui corpus è tradizionalmente suddiviso in tre sezioni.
Continua su Wikipedia