Frasi di Rudolf Nureyev

Le più belle frasi di Rudolf Nureyev


Il modo di ballare delle danzatrici russe è migliore di quello dei danzatori.
Rudolf Nureyev

Danza
I musicals han dato all'America una cultura etnica, che ha senza dubbio influenzato il balletto.
Rudolf Nureyev

Penso che i ballerini vadano pagati non per quel che fanno, ma per la paura che provano. Probabilmente, ciò che fai non è poi così difficile: lo diventa appena sali sul palcoscenico. È, comunque, la paura che ti dà la spinta.
Rudolf Nureyev

Se non ballo mi sento infelicissimo.
Rudolf Nureyev

Danza
Il primo maestro mi giudicava un inetto, negato alla danza.
Rudolf Nureyev

Ognuno vorrebbe esser il più grande, ma Dio non può accordare quest'onore a tutti.
Rudolf Nureyev

La danza è tutta la mia vita. Esiste in me una predestinazione, uno spirito che non tutti hanno. Devo portare fino in fondo questo destino: intrapresa questa via non si può più tornare indietro. È la mia condanna, forse, ma anche la mia felicità. Se mi chiedessero quando smetterò di danzare, risponderei: quando finirò di vivere.
Rudolf Nureyev

Danza
Ogni uomo dovrebbe danzare, per tutta la vita. Non essere ballerino, ma danzare.
Rudolf Nureyev

Danza

Rudolf Nureyev
Rudolf Nureyev

Rudol'f Chametovič Nureev è stato un ballerino e coreografo sovietico naturalizzato austriaco, definito da critici come Clément Crisp e Sylvie de Naussac uno tra i più grandi danzatori del XX secolo insieme a Nižinskij e Baryšnikov.
Continua su Wikipedia