Frasi di Sandro Pertini

Le più belle frasi di Sandro Pertini


Sono socialista, da più di mezzo secolo. Per me socialismo vuol dire esaltazione della dignità dell'uomo; e quindi il socialismo non può andare disgiunto dalla libertà.
Sandro Pertini

È meglio la peggiore delle democrazie della migliore di tutte le dittature.
Sandro Pertini

Democrazia, Dittatura
Il modo migliore di ricordare i morti è quello di pensare ai vivi.
Sandro Pertini

Memoria
Non mi sembrò un tipo umano, Nixon. Mi sembrò molto arrogante, molto pieno di sé. Uh, quella mascella! Non mi piace proprio, quella mascella. E quei lineamenti da bulldog. Non mi piacciono proprio. Denunciano una prepotenza.
Sandro Pertini

De Mita è molto intelligente, e cerca di sfruttare al massimo gli attuali contrasti tra socialisti e comunisti.
Sandro Pertini

Nessuno può negare che la P2 sia un'associazione a delinquere.
Sandro Pertini

Ho vissuto a Milano una esperienza che mi ha confermato nell'idea che il nostro popolo è capace delle più grandi cose quando lo anima il soffio della libertà e del socialismo.
Sandro Pertini

L'Italia desidera riaffermare la sua totale opposizione ai principi dell'"apartheid" tuttora vigenti, con attenuazioni sino ad ora del tutto insufficienti.
Sandro Pertini

Se i popoli della terra, coralmente, potessero esprimersi, al di sopra di ogni differenza ideologIca, politica, di ogni razza, al di sopra di ogni credo, e di ogni differenza di credo religioso, tutti i popoli della terra si pronuncerebbero per la pace contro la guerra.
Sandro Pertini

La borghesia nostrana – la più gretta, egoistica e meschina di tutte le borghesie d'Europa, ostile a ogni rinnovamento sociale, aggrappata ai residui della feudalità – non esita a spingere il fascismo, uscito da una sanguinosa avventura nazionalistica, contro la classe operaia nella insensata idea di arrestarne l'ascesa.
Sandro Pertini


Sandro Pertini
Sandro Pertini

Sandro Pertini, all'anagrafe Alessandro Giuseppe Antonio Pertini, è stato un politico, giornalista e partigiano italiano. Fu il settimo Presidente della Repubblica Italiana, in carica dal 1978 al 1985, secondo socialista e unico esponente del PSI a ricoprire la carica.
Continua su Wikipedia