Frasi di Simone de Beauvoir

Le più belle frasi di Simone de Beauvoir


Nessuna donna dovrebbe essere autorizzata a rimanere a casa per allevare i suoi figli. La società dovrebbe essere totalmente differente. Le donne non dovrebbero avere quella scelta, precisamente perché se ci fosse una tale scelta troppe donne la farebbero. È un modo di forzare le donne in una certa direzione.
Simone de Beauvoir

Non ho mai nutrito l'illusione di trasformare la condizione femminile, essa dipende dall'avvenire del lavoro nel mondo e non cambierà seriamente che a prezzo di uno sconvolgimento della produzione. Per questo ho evitato di chiudermi nel cosiddetto «femminismo».
Simone de Beauvoir

[…] devo ammettere che la posterità ha su di me un grande vantaggio. Essa conoscerà la mia epoca mentre questa ancora non si conosce. Saprà una quantità di cose che io ignoro. La mia cultura, la mia visione del mondo, le appariranno sorpassate. A parte alcune grandi opere che resistono ai secoli, disdegnerà gli alimenti di cui io mi sono nutrita.
Simone de Beauvoir

Il senso di un avvenimento del passato è sempre revocabile.
Simone de Beauvoir

Pure ci tenevo troppo alla libertà per rinunciare a cercarla liberamente.
Simone de Beauvoir

[…] un giorno un'adolescente, un'altra me stessa, avrebbe bagnato con le sue lacrime un romanzo in cui io avrei raccontata la mia propria storia.
Simone de Beauvoir

La società non si cura dell'individuo che nella misura in cui esso renda. I giovani lo sanno. La loro ansietà nel momento d'affrontare la vita sociale è simmetrica all'angoscia dei vecchi al momento in cui ne sono esclusi.
Simone de Beauvoir

Desidero che ogni vita umana sia pura e trasparente libertà.
Simone de Beauvoir

[…] non si trasforma la propria vita senza trasformare se stessi.
Simone de Beauvoir

V'è una passione profondamente radicata nella sessualità, e che è esasperata dall'età: la gelosia.
Simone de Beauvoir

Gelosia, Sessualità

Simone de Beauvoir
Simone de Beauvoir

Simone Lucie Ernestine Marie Bertrand de Beauvoir, conosciuta come Simone de Beauvoir, è stata una scrittrice, saggista, filosofa, insegnante e femminista francese. Fu un'esponente dell'esistenzialismo e compagna di Jean-Paul Sartre. Atea come Sartre, per lei l'ateismo non è disimpegno dalla morale, ma la fondazione di una nuova etica irreligiosa non meno impegnativa e innovativa della coscienza e del costume.
Continua su Wikipedia