Frasi di Søren Kierkegaard

Le più belle frasi di Søren Kierkegaard


L'estetica, dicemmo, è nell'uomo ciò per cui egli spontaneamente è quello che è; l'etica è quello per cui l'uomo diventa quello che diventa.
Søren Kierkegaard

Sembra che stia diventando sempre più valida la considerazione che Hegel sia una parentesi all'interno di Schelling e si aspetta solo che venga chiusa.
Søren Kierkegaard

Ogni uomo, per quanto poco intelligente sia, per quanto bassa sia la sua posizione nella vita, ha un bisogno naturale di formarsi una concezione di vita, una rappresentazione del significato della vita e del suo scopo. Anche chi vive esteticamente fa questo, e l'espressione comune che, in ogni tempo e in ogni diverso stadio, si è sempre sentita, è questa: bisogna godere la vita.
Søren Kierkegaard

Nulla di finito […] nemmeno l'intero mondo può soddisfare l'animo umano, che sente il bisogno dell'eterno.
Søren Kierkegaard

Natura meravigliosa, se io non ti ammirassi, una donna me l’insegnerebbe, perché lei è il venerabile dell’esistenza. In modo magnifico tu l’hai plasmata, ma ancor più magnifico è che tu non abbia formato una donna come l’altra.
Søren Kierkegaard

Maometto protesta con tutte le forze ch'egli non è un poeta e che il Corano non è poesia: egli vuol essere un profeta […]. Io protesto invece con tutte le forze per non essere tenuto per un profeta: voglio essere soltanto un poeta.
Søren Kierkegaard

La più alta idealità che la donna possa risvegliare nell’uomo sta propriamente nel risvegliare la coscienza dell’immortalità.
Søren Kierkegaard

Se avessi avuto la Fede, sarei rimasto con Regina: ora l'ho compreso.
Søren Kierkegaard

Le idee fisse sono come, per esempio, i crampi ai piedi – il rimedio migliore contro di esse è camminarci sopra.
Søren Kierkegaard

Ogni uomo è una sintesi di corpo e anima, destinata a esser spirito, cioè ad abitare nella casa; ma l'uomo preferisce stare in cantina, cioè nella determinazione della sensualità. E non solo preferisce stare in cantina, ma l'ama a tal punto da arrabbiarsi se qualcuno gli propone di occupare il piano di sopra che è vuoto e a sua disposizione perché la casa in cui abita è sua.[13]
Søren Kierkegaard


Søren Kierkegaard
Søren Kierkegaard

Søren Aabye Kierkegaard è stato un filosofo, teologo e scrittore danese, il cui pensiero è da alcuni studiosi considerato punto di avvio dell'esistenzialismo. La sua filosofia prese corpo da un doppio rifiuto, ossia il rifiuto della filosofia hegeliana e l'allontanamento dal vuoto formalismo della Chiesa danese.
Continua su Wikipedia