Frasi di Stanislaw Jerzy Lec

Le più belle frasi di Stanislaw Jerzy Lec


I pettegolezzi, quando invecchiano, diventano miti.
Stanislaw Jerzy Lec

Ci si può sputare addosso senza aprire la bocca.
Stanislaw Jerzy Lec

Non bisogna credere agli indovini che si servono di metodi scientifici.
Stanislaw Jerzy Lec

I giovani delinquenti non hanno un avvenire sicuro. Possono ancora diventare persone per bene.
Stanislaw Jerzy Lec

"La lepre ama la polenta". Lo dice il cuoco. [wellerismo]
Stanislaw Jerzy Lec

Non è cieca la via da cui si può far marcia indietro.
Stanislaw Jerzy Lec

La scarsa memoria delle generazioni consolida le leggende.
Stanislaw Jerzy Lec

Bisogna essere decisi anche per tergiversare.
Stanislaw Jerzy Lec

Le conversazioni sul tempo diverranno interessanti ai primi segni della fine del mondo.
Stanislaw Jerzy Lec

Non siate crudeli, non raddolcite la vita ai masochisti!
Stanislaw Jerzy Lec


Stanislaw Jerzy Lec
Stanislaw Jerzy Lec

Stanisław Jerzy Lec è stato uno scrittore, poeta e aforista polacco. Nato da un'agiata famiglia ebraica, ascesa allo status di casato aristocratico presso le autorità asburgiche. Internato in un campo di concentramento in Germania, vi rimase fino al luglio del 1943 quando il campo fu sottoposto a esecuzioni di massa. Fuggito grazie al travestimento con una uniforme tedesca, riuscì a raggiungere Varsavia dove poté unirsi al movimento partigiano locale. Alla fine del conflitto poté riprendere la sua attività di scrittore.
Continua su Wikipedia