Frasi di Stefano Benni

Le più belle frasi di Stefano Benni


Il passato, come lei sa, è come certi torturati. Duro a morire.
Stefano Benni

Dentro un raggio di sole che entra dalla finestra, talvolta vediamo la vita nell'aria. E la chiamiamo polvere.
Stefano Benni

Un libro può essere aperto, interrotto, ripreso dopo un mese, abbandonato, riletto. Quando sei a teatro è necessario ascoltare senza interruzioni.
Stefano Benni

Bisogna assomigliare alle parole che si dicono. Forse non parola per parola, ma insomma ci siamo capiti.
Stefano Benni

Desiderare, gli aveva detto un antico maestro, vuol dire questo. Aspettare sotto le stelle che qualcuno torni vivo dal campo di battaglia.
Stefano Benni

La vita è una merda, ma se ci tieni a qualcosa, non devi mollare.
Stefano Benni

Solo i poveri sanno davvero mangiare, diceva Eduardo. Quella che vediamo di questi tempi non è attrazione per il cibo, è ossessione per il cibo come unico piacere, è la sostituzione dell’eros con il ricettario.
Stefano Benni

La giraffa ha il cuore lontano dai pensieri. Si è innamorata ieri, e ancora non lo sa.
Stefano Benni

Non si può entrare nel mondo della filosofia a forza di citazioni ma bisogna leggere qualcosa, non si può spiegare Platone senza invogliare a leggere qualcosa di Platone.
Stefano Benni

I tempi cambiano, come dice la canzone, anche se non sempre i tempi cambiano come vorrebbero le canzoni.
Stefano Benni


Stefano Benni
Stefano Benni

Stefano Benni è uno scrittore, umorista, giornalista, sceneggiatore, poeta e drammaturgo italiano. Benni è autore di vari romanzi e antologie di racconti di successo, tra i quali Bar Sport, Elianto, Terra!, La compagnia dei celestini, Baol, Comici spaventati guerrieri, Saltatempo, Margherita Dolcevita, Spiriti, Il bar sotto il mare e Pane e tempesta. I suoi libri sono stati tradotti in più di 30 lingue.
Continua su Wikipedia