Frasi di Stefano Benni

Le più belle frasi di Stefano Benni


Se una lampadina si fulmina è perché ha visto qualcosa che non le è piaciuto.
Stefano Benni

Desiderare, gli aveva detto un antico maestro, vuol dire questo. Aspettare sotto le stelle che qualcuno torni vivo dal campo di battaglia.
Stefano Benni

In teatro devi ascoltare tutti, dal fonico al datore di luci: ne sanno più di te.
Stefano Benni

L'arma batteriologica del secolo: il tedio. Quella che ti convince che aspettare di vivere è meno faticoso di vivere.
Stefano Benni

Sono uno scrittore abbastanza anomalo, non appartengo né al comico da gag, né al classico botulinato né all'avanguardia nudista e crudelista.
Stefano Benni

Se l'autore non può più protestare, allora si metaforizza, si attualizza, si scoprono significati nascosti: nascono belle trasformazioni ma anche catastrofi.
Stefano Benni

Guardali bene. Guardali negli occhi. Hanno bei vestiti, belle etichette, begli incarti, ma sono velenosi.
Stefano Benni

Ci fu una grande battaglia di idee e alla fine non ci furono né vincitori, né vinti, né idee.
Stefano Benni

Solo il dolore insegna cos'è la vita senza il dolore.
Stefano Benni

Dolore
Uno non può fare l'eroe tutta la vita. Anzi, il più delle volte non può farlo per più di 10 minuti. Certo, in quei dieci minuti si vedono le cose diversamente.
Stefano Benni


Stefano Benni
Stefano Benni

Stefano Benni è uno scrittore, umorista, giornalista, sceneggiatore, poeta e drammaturgo italiano. Benni è autore di vari romanzi e antologie di racconti di successo, tra i quali Bar Sport, Elianto, Terra!, La compagnia dei celestini, Baol, Comici spaventati guerrieri, Saltatempo, Margherita Dolcevita, Spiriti, Il bar sotto il mare e Pane e tempesta. I suoi libri sono stati tradotti in più di 30 lingue.
Continua su Wikipedia